Violante: “Abbiamo deciso di lavorare sui giovani. Diamo loro il tempo di crescere e sbagliare”

16/10/2019

 

Il Responsabile dell’Area Tecnica Salvatore Violante ha preso la parola nel corso della conferenza indetta per mettere un punto al rincorrersi di voci circa il futuro di Floro Flores: “Antonio è arrivato quasi alla fase finale del percorso. Nel breve tempo lo vedremo aggregato alla squadra. Clinicamente è guarito. Ora deve rimettersi al passo con gli altri. Penso che, lì dove ci sono interpretazioni personali delle vicende, sarebbe giusto chiedere per avere chiarimenti per evitare che si raccontino in modo impreciso i fatti. Antonio è un ragazzo dai valori importanti. Del calciatore non devo certo parlare io. Mi auguro che possa tornare a dare una mano a questo gruppo come stanno facendo tutti gli altri”.

 

IL PROGETTO E I GIOVANI  – “Meola? Aveva chiesto ospitalità e gliela abbiamo data volentieri. E’ un giocatore importante e non capisco come faccia ad essere ancora svincolato. Ma noi abbiamo sviluppato un progetto legato ai giovani e non possiamo permetterci di togliere spazio alla crescita e al minutaggio dei giovani. Bisogna dare loro la possibilità anche di sbagliare. E’ lì che c’è bisogno del sostegno. Abbiamo perso a Potenza, che oggi è primo. In quell’occasione si fu molto severi nei confronti di Ciriello. Dopo Potenza sembrava che la Casertana fosse retrocessa. Si parlava di giocatori presi dalla serie D, di giovani non all’altezza. Si prospettava un futuro difficile. Penso, invece, che il giusto mix di questa squadra è composto proprio dall’esperienza dei grandi e la voglia dei giovani. Bisogna avere equilibrio e coerenza nei giudizi. Si è criticato Ciriello, che è seguito costantemente da squadra di serie A. Adamo è stato prima giudicato severamente e poi esaltato dopo la vittoria con il Catanzaro. Matese domenica è stato il migliore in campo in assoluto. Ci vuole equità nei giudizi. E ci vuole il tempo per far sbagliare i giovani. Soltanto così si cresce. Sin dal giorno della prima presentazione siamo stati chiari. Bisogna attuare un processo di maturazione dei giovani. Tra due o tre anni, quando si spera possa la Casertana possa anche una casa all’altezza, dovremo capire quali saranno i calciatori su cui continuare a puntare per il processo di crescita. Sappiamo che, qualora si dovesse alzare l’asticella, dovremmo cambiare qualcosa. Ma ai giovani bisogna dare modo di crescere e sbagliare. Le categorie sono fatte per essere scalate. Fare patrimonio, per una società di C è vitale. Una delle prime voci che possono produrre ricavi per un club di terza serie è la rivendita di giocatori. Con le liste libere in C, dobbiamo provare a fare patrimonio. Il nostro obiettivo oggi è avere giocatori di proprietà che possano essere attenzionati e seguiti da club di A".

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

POST IN EVIDENZA

Giudice Sportivo. Laaribi salta il derby con l'Avellino

12/11/2019

1/10
Please reload

POST RECENTI
Please reload

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube
  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube

Casertana Football Club S.R.L. Corso Trieste 257 - 81100 Caserta

PI 03275300618

Realizzato da "Urbandigitalmarketing"

Gestito dall'Area Comunicazione Casertana F.C. - Email: ufficiostampa@casertanafc.it