Guidi: “Soddisfatto dei ragazzi. Questo deve essere il nostro atteggiamento”

Pubblicato in Qui falchetti il 22 ottobre 2020

I suoi ragazzi hanno stretti i denti e strappato un punto importante. Le tante assenze non l’avevano certo sconfortato, cosciente di poter contare sulla voglia di rivalsa della squadra: “Sono soddisfatto – commenta mister Federico Guidi - In mezzo a tante difficoltà, avevo chiesto alla squadra di uscire dal campo con la maglia sudata. Perché non mi era piaciuto l’approccio di Teramo, mentre avevamo avuto tanti elogi nelle uscite precedenti. Perché non avevamo mai mollato. E questa è la mentalità che deve contraddistinguerci. Possiamo errori dal punto di vista tecnico o tattico, ma non da quello della mentalità e dell’atteggiamento. Quando una squadra nelle difficoltà riesce ad emergere è sicuramente segnale di crescita e che sei sulla strada giusta”.

VARIAZIONE“Devo cercare di mettere ogni singolo calciatore nelle condizioni di esprimere al massimo le sue potenzialità. E oggi, considerando l’avversario e i calciatori che avrei schierato, senza snaturare quelli che erano i nostri principi, ho cercato di far interpretare loro gli spazi più congeniali. Così è nata l’idea. Partendo dal 4-3-3 molte volte c’avete visto assumere anche un atteggiamento diverso. Oggi avete visto una difesa a tre ed era comunque qualcosa su cui avevamo lavorato in allenamento”.

CRESCITA - “Oggi è vero che non abbiamo subito gol, ma è altrettanto vero che non l’abbiamo fatto. Dobbiamo lavorarci su e trovare il nostro equilibrio totale in entrambe le fase. Spero di riuscire allenare il gruppo nelle sua interessa per usare tutte le frecce che abbiamo al nostro arco. Possiamo mettere in difficoltà qualsiasi squadra. Chiaro che oggi c’è stato qualcosa di più dal punto di vista della solidità difensiva. Abbiamo concesso pochissimo ad un avversario di spessore”.

INFORTUNI – “Castaldo non ci sarà con l’Avellino. Speriamo di poter contare su di lui nella giornata successiva. Per lui sarebbe stata una partita particolare ed ricca di emozioni, come del resto per noi sarebbe stato prezioso in una sfida del genere. Fedato dovrebbe rientrare. Origlia va valutato giorno per giorno, mentre Cavallini spero di averlo almeno in panchina”.